FOLLOW
THE WINNER

"Follow the winner" è il thriller che non ti aspetti, soprattutto se il tuo mestiere è scrivere, può colpire un’opera scritta da chi di norma ha a che fare con numeri, finanza e mercati.

Ne esistono altri che da una professione serissima (non necessariamente molto affascinante), son diventati autori bestseller. Ma siamo in Italia, mica a NewYork e di Grisham non ce ne sono tanti.

Arduino Schenato è un trader. Ha una bella moglie, una famiglia fantastica e un lavoro che, stando alla reputazione che si è costruito, pare gli riesca da Dio.

Insospettabile, quindi, sapesse scrivere un libro. Addirittura un romanzo.

Già da una prima lettura si rimane sbigottiti.

«Il ragazzino ha talento», si pensa, e ben presto è automatico farsi tana a divorare le pagine, capitolo dopo capitolo.

L’intenzione di Arduino non è quella di presentare un romanzo thriller convenzionale. Dimenticate la logica classica del sangue-traccia-indagine. Il senso di entità “vittima” della storia trascende dalle logiche del giallo alla Agatha Christie e si scopre baluardo moderno di una scrittura sociale, nota al lettore. Strategie, mercati e logiche di trading non prive di suspense. Sia chiaro, non è un manuale. Eppure dalle righe è possibile trarre degli insegnamenti da una storia che vive sul ponte tibetano tra realtà e trama letteraria.

Un libro da leggere tutto d’un fiato, senza pause, senza caffè e senza nemmeno una Marlboro Light come silenziosa compagna. Opera perfetta per chi ama lo stretto legame tra retaggio ed esperienza che prendono corpo in parole. Quando a scrivere un romanzo è un giovane trader che prima di fare il trader era un rapper ed è riuscito ad avere successo nella West-Coast, le vie di mezzo ci sono, eccome!

Quindi? Quindi "Follow the winner" va letto, A.S.A.P., perché è davvero figo.

Questa Macchia di China è una recensione proposta e
scritta da Roberta Giulia Amidani

 

 
4