FOLLOW
THE WINNER

Recensione a cura di Nativi Digitali

“Follow the Winner” di Arduino Schenato: un thriller sul trading?!

Trading. Una parola che trasmette emozioni forti: amore o odio, a seconda dei casi. A me, più che le borse e il mercato azionario, fa venire in mente Hattrick, un browser-game dove si gestisca la tua squadra di calcio immagianria, e fare trading significa seguire le aste dei giocatori, comprare a poco e vendere a tanto (tra l’altro, pratica disprezzata e considerata vile da molti giocatori). Questo per farvi capire che sono un profano totale della materia.

Arduino Schenato invece è un noto trader, nonché formatore e coach. Ha ideato e sviluppato un metodo, “Follow the Winner”, che usa per prevedere i mercati e portarsi a casa i profitti: il suo lavoro, insomma. Sì, il libro che vi presento parla anche di questo. Ma non si tratta un manuale per tecnici, non vi verranno spiegati procedimenti o trucchi del mestiere, fuori da qualche tecnicismo centellinato qua e là. Piuttosto, “Follow the Winner” ci introduce al mondo della finanza e del trading raccontandoci una storia… quella di Arduino. “È tutta questione di tempo, di ritmo, di restare sul pezzo, sempre, fino alla fine.” – questo il sottotitolo del libro. Non è solo una frase fatta particolarmente elegante, ma una chiave di lettura: nel trading, minuti o anche secondi possono fare la differenza tra un guadagno clamoroso o una perdita bruciante. Non a caso, prima di entrare nel mondo della finanza, Arduino era un rapper: per questo conosce bene il valore del ritmo, e ne trae vantaggio nella sua attuale professione.

Tuttavia, “Follow the Winner” non è nemmeno un’autobiografia: ci sono vari riferimenti alla vita dell’autore, tra passato e presente, pubblico e privato, quotidianità ed eventi chiave, ma per ridiscutere i luoghi comuni sul trading e offrire prospettive “dall’interno”, mai per autocelebrazione o per il gusto dell’aneddoto. Pur richiamando eventi particolarmente significativi per la storia del trading, dal giovedì nero del ’29 di Wall Street al recentissimo apprezzamento del Franco svizzero sull’Euro, non è nemmeno una semplice opera di approfondimento, un trading for dummies. “Follow the Winner” è invece quello che non ti aspetteresti: un romanzo. Oso: un gran bel romanzo.

3

 

 
4
 

L’espediente narrativo che dà coesione a elementi apparentemente disparati e tiene alta la tensione nel lettore è un colpo di genio: uno stalker che importuna Arduino, accusandolo di avergli fatto perdere tutto e alzando progressivamente il tiro delle sue minacce. Chi è? Qual è il suo rapporto con il protagonista? Che cosa rappresenta tutto questo? Beh, non posso certo raccontarlo io, se siete curiosi, ci penserà il libro stesso…

Il trading, dicevamo. Nell’immaginario collettivo, una via di mezzo tra un atto manipolatorio basato su formule e freddi calcoli, e un vero e proprio gioco d’azzardo. Niente di più sbagliato: Arduino definisce il suo mestiere “un misto di genio e di rigore”; “Fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione” direbbe il Conte Mascetti in Amici Miei. L’aspetto poetico e quasi sacrale della disciplina è svelato con esempi di particolare impatto, come il metodo delle candele giapponesi usato per prevedere le variazioni, come un tempo si faceva per il prezzo del riso, oppure un disegno delle montagne della figlia che evoca in Arduino l’oscillazione del valore di un titolo.

Unendo con efficacia diverse prospettive all’interno di una narrazione ben costruita e stilisticamente accattivante, con un linguaggio diretto, curato ma non ampolloso, “Follow the Winner” merita decisamente una lettura se vi interessa il tema trattato e volete capirne qualcosa in più, se conoscete già il mondo del trading e siete alla ricerca di una nuova prospettiva o se, semplicemente, cercate una storia realistica, appassionante e ben scritta.

Nativi Digitali - Marco Frullanti